Teatro in carcere

la nostra mission

IL VALORE EDUCATIVO DEL TEATRO IN CARCERE

L’Art. 27 della Costituzione Italiana testualmente dice: le pene devono tendere alla rieducazione del condannato.

Attraverso il teatro vogliamo migliorare le condizioni di vita e favorire il reinserimento sociale delle persone in condizione detentiva, sostenendo il loro coinvolgimento attivo in iniziative teatrali e socio-culturali.

LA SECONDA VOLTA - progetto per REBIBBIA

teatro in carcere masc

LA SECONDA VOLTA

La seconda volta è un progetto teatrale della durata di 12 mesi che ha come scopo quello di riscoprire le molteplici pieghe della nostra vita, le nostre proporzioni, ciò che ci fa sentire pienamente noi stessi. Cos'è "La seconda volta"? Cosa si intende per seconda volta? Crediamo che la seconda volta di cui parliamo abbia a che fare con le nostre giuste proporzioni, con il sentirci a nostro agio, essere in sintonia con tutto quello che siamo e facciamo. Questa è l'esperienza a cui umanamente tendiamo tutti, questo è quello che cercheremo di sperimentare con il nostro progetto teatrale.

11 FASI

Il percorso sarò strutturato in 11 fasi: conoscenza, approccio al teatro, tecniche di rilassamento, improvvisazione, lettura di testi, studio dei personaggi, studio dell'attore, scrittura, interpretazione, costumi e scenografie, messa in scena

beneficiari

Le persone in condizione detentiva presso la Casa di Reclusione di Rebibbia e i loro familiari. Beneficiari diretti: Le persone in condizione detentiva presso la Casa di Reclusione Roma Rebibbia. Beneficiari indiretti : le persone più prossime ai beneficiari diretti e tutta la Casa di Reclusione di Rebibbia nel suo complesso.