Secondo Atto: dopo Nuoro, apertura al pubblico al Festival Vicino/Lontano

Si è tenuto a Nuoro lo scorso 29 marzo il primo appuntamento di formazione in presenza del progetto europeo Never Again, rivolto a forze dell’ordine, avvocati/e, magistrati/e e giornalisti/e. Il progetto, che punta a potenziare una risposta di sistema al fenomeno della vittimizzazione secondaria, è coordinato dall’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli e realizzato in partnership con Prodos Consulting, D.i.Re, AlleyOop – Il Sole 24 Ore, Maschile Plurale e M.A.S.C. APS. Avviato il 25 novembre 2020, Never Again terminerà il 25 novembre di questo anno.

Dopo la prima fase dedicata alla formazione online si è finalmente passati ai corsi in presenza che si svolgeranno fino a ottobre 2022 in 10 città italiane.

I workshop prevedono una formazione interattiva e coinvolgente resa possibile grazie all’utilizzo della metodologia teatrale che si rifà in parte a quella del teatro dell’Oppresso. La pièce dal titolo “SECONDO ATTO” scritta e diretta da Giulia Corradi, con Silvia Vallerani, Martina Zuccarello e David Mastinu, racconta le storie di tre donne vittime di violenza prima e di colpevolizzazione poi.

Tramite la narrazione si vogliono analizzare i contesti principali nei quali viene perpetrata la vittimizzazione secondaria ai danni di donne che hanno subìto violenza. I partecipanti dopo aver assistito allo spettacolo sono chiamati a cambiare il testo, le battute, gli atteggiamenti dei/lle protagonisti/e, a riscrivere le storie, stabilire come dovrebbe andare.

In questo modo ognuno è costretto a sradicare pregiudizi e stereotipi tipici della mentalità e della cultura del nostro tempo, a interrogarsi su quanto ancora si sia condizionati da pensieri profondamente maschilisti che ogni giorno giustificano violenze, ingiustizie e femminicidi.

L’esperienza di Nuoro conferma quanto si abbia bisogno di parlare di vittimizzazione secondaria e quanto i/le professionisti/e dei vari settori coinvolti desiderino essere formati/e.

Il tema è di estrema attualità, una vera e propria sfida dalla quale la nostra società non può e non deve sottrarsi. E sebbene Never Again sia rivolto a categorie professionali specifiche, è chiaro e evidente quanto la problematica sia trasversale e riguardi tutti e tutte. Per questo M.A.S.C. APS ha accolto l’invito di Vicino/Lontano, il Festival che ogni anno dal 2005 a Udine riunisce studiosi, giornalisti, scrittori e artisti per confrontarsi e analizzare, da punti di vista diversi, i processi di trasformazione in corso nel mondo globalizzato. Lo spettacolo Secondo Atto si aprirà così ad un pubblico più vasto e andrà in scena venerdì 13 maggio alle 19,30 nella suggestiva cornice della Chiesa di San Francesco di Udine. Continuerà nel frattempo ad essere strumento di formazione in altre città italiane, rispondendo così alla prima vocazione del teatro: aprire gli occhi sulla realtà.

Spettacolo teatrale Secondo Atto al Festival Vicino/Lontano di Udine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.